Quinta Parete

Noi tra di voi

Ritratti di paesaggi  Lo sguardo puro di Roberto Tommasi

 Quadri sulle stagioni, senza titolo: «L’arte figurativa parla da sola»

 

MOSTRA. Alla Meridiana fino al 30 novembre

06, domenica 06 novembre 2016 CULTURA, pagina 57

L’Adige che bagna la campagna veronese e il Sile che scorre nella pianura trevigiana. Le sponde dell’alto lago di Garda, i fiori e gli alberi del Parco giardino Sigurtà di Valeggio sul Mincio, la brulicante piazza Erbe. Alcune nature morte molto raffinate. Tanta natura, pochissime figure umane. Sono i paesaggi e i soggetti naturalistici, infatti, i temi prediletti da Roberto Tommasi, di Parona, 57 anni e pittore da 35. Temi che sono stati scelti per la mostra «Ritratti di paesaggio» aperta fino al 30 novembre alla Galleria d’Arte La Meridiana (via Oberdan, 3). L’esposizione, a cura di Federico Martinelli dell’associazione culturale Quinta Parete, comprende una cinquantina di tele e tavole dipinte a olio, di piccolo e medio formato, tutte «incastonate» in cornici bianche lavorate dallo stesso Tommasi. Per la mostra ha scelto opere recentissime e altre risalenti a qualche anno fa. Il filo conduttore è il medesimo: scorci di natura incontaminata, paesaggi rurali, vedute di Verona d’altri tempi. La sua pennellata è classica, morbida. Senza esagerazioni né tensioni. I colori sono perlopiù tenui e leggeri. Il tempo, nei suoi quadri, sembra essersi fermato.«La pittura di Tommasi libera con delicatezza un messaggio di ritorno a una vita fatta di valori antichi, lontani da ogni frenesia dell’attuale», spiega il curatore Martinelli. «Legata principalmente alla raffigurazione del paesaggio, riflette l’anima del cantore della bellezza pura e immediata della natura in ogni sua forma». E aggiunge: «La mostra racconta l’evoluzione delle stagioni, del verde rigoglioso di un bosco estivo o del grigio e del marrone di un monocromo autunno nel pieno della sua essenza». Tommasi non esponeva da qualche anno. La sua ultima personale è stata due anni fa, a San Zeno. È un artista autodidatta e schivo. I quadri esposti alla Meridiana non hanno titoli riportati a fianco dell’opera. «L’arte figurativa parla da sola». “Ritratti di paesaggio” è aperta a ingresso libero: dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 20, sabato e domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 20.

di Camilla Madinelli

 

Condividi:Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Rassegna Stampa:

Scarica il PDF


Prossimi Appuntamenti

Noi tra di Voi!

Abbiamo abbattuto la “nostra” quarta parete: non vogliamo nessun tipo di barriera impenetrabile tra il pubblico e il proscenio sul quale ci muoviamo. Così, a definire il confine culturale tra noi e il mondo del teatro – di tutto il teatro, ma anche del più ampio settore della cultura – immaginiamo solo una quinta parete. La parete che non c’è! Quella parete che limita la nascita di nuovi progetti, di nuove idee, di nuovi slanci…quella parete che limita la comunicazione e la diffusione degli eventi nel tessuto della città. Proprio come in un teatro antico, aperto a tutti e da ogni lato, un teatro con un palcoscenico circolare dove gli spettatori possano essere ancora più vicine agli attori, agli autori… agli artisti . E noi tra di loro, a promuovere e organizzare eventi che arricchiscano lo spazio culturale della città, a creare opportunità per artisti e nuovi talenti per esibirsi, per far valere la loro arte. E noi tra di Voi con un gruppo di esperti e appassionati ma anche di giovani intraprendenti, perché l’arte e la cultura possano far parte della vita di tutti i giorni.


Hanno patrocinato i nostri eventi...



Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio

...e diverse Circoscrizioni territoriali