Quinta Parete

Noi tra di voi

Beppe Perin alla Meridiana

In occasione della donazione di Margherita Rossetti e Roberto Perin di alcuni autoritratti dell’artista Beppe Perin al Museo degli Affreschi “G.B. Cavalcaselle”, inaugura Beppe Perin. Volti, figure e paesaggi: il gesto del colore.

La mostra, organizzata dall’Associazione Culturale Quinta Parete, presso lo Spazio Espositivo “La Meridiana”, in Via Oberdan 3 a Verona, intende valorizzare l’importante lascito della famiglia Perin mostrando altre opere di uno dei più straordinari interpreti di quella pittura figurativa, tendente all’immediatezza e al gestuale, di cui l’artista fu abile interprete e rappresentate.

Beppe Perin nasce a Montebello Vicentino, il 24 luglio 1950, vissuto a Zermenghedo fino al 1979, data in cui si trasferisce in Valpolicella. Dopo aver frequentato l’Istituto d’Arte “Napoleone Nani” di Verona, dal 1969 collabora a Milano col Maestro Enrico Baj, dove mette a frutto esperienze nel campo del collage e delle tempere. Dopo questo periodo, inizia una ricerca di pittura ad olio, che gli permette di inoltrarsi in forma nuova in un campo a lui caro, e cioè il ritratto. La continua produzione di opere di quegli anni gli frutta numerosi premi e riconoscimenti nonché esposizioni in importanti gallerie, musei e istituti d’arte.  Tra i suoi lavori si ricordano il restauro degli affreschi della “Sala dei Consoli” e della scalinata in pietra dell’Accademia dell’Agricoltura, il restauro degli affreschi attribuiti a Liberale da Verona e a Caroto o a Giolfino in Piazza Erbe, le opere di Antonio Cavaggioni a San Zeno e Madonna col Bambino e i Santi Giacomo e Lazzaro.

L’importante attività pittorica, di abile restauratore e di sensibile e profondo conoscitore dei grandi maestri del passato, è interrotta dalla prematura scomparsa avvenuta nel 1994.

Conosciuto come ritrattista, sue opere sono presenti in molte collezioni private in tutta Europa, Africa e America.

La mostra veronese presenterà una ventina di pezzi di grandi e medie dimensioni: il mondo poetico e lirico dell’artista dei ritratti e dei paesaggi. Nucleo centrale i volti e le figure femminili e i “suoi” canneti, soggetti di un’essenzialità davvero unica.

 

Beppe Perin. Volti, figure e paesaggi: il gesto del colore

Spazio Espositivo “Galleria La Meridiana”

Via Oberdan 3, Verona

 

dal martedì alla domenica

dalle 16.00 alle 20.00

ingresso gratuito

045 800 6424

info:

www.quintaparete.it

 

 


Prossimi Appuntamenti

09

Ago

2019

    L’uomo che piantava gli alberi

  • Luogo: Avesa, Verona - Villa Scopoli
  • Curatore: Teatro Impiria

Uno spettacolo che parla alle corde dell’anima. L’amore per la natura e per un futuro migliore attraverso parole che donano sentimenti di pace e serenità.FacebookTwitteremail

10

Ago

2019

    Dove vai tutta nuda?

  • Luogo: Arbizzano, Negrar - Villa Albertini
  • Curatore: I tre pantaloni

Uno spettacolo avvincente, tratto da Feydeau. Il ritmo, gli incastri e i canoni del vaudeville per una commedia tutta da ridere. Un tuffo spensierato nei malintesi, negli equivoci e negli incastri di una trama fitta di colpi di scena.FacebookTwitteremail

18

Ago

2019

    Un curioso accidente

  • Luogo: Arbizzano, Negrar - Villa Albertini
  • Curatore: La Bottega Teatro

Un capolavoro di Carlo Goldoni. Un tuffo aggraziato in una commedia dal sapore universale, uno spaccato sulla società del 1600 che … più di tanto non è cambiata rispetto a oggi.FacebookTwitteremail

23

Ago

2019

    L’osto de Verona

  • Luogo: Avesa, Verona - Villa Scopoli
  • Curatore: Guido Ruzzenenti

Verona, negli anni delle cosiddette Pasque Veronesi. La Serenissima e l’invasione napoleonica. Tutto raccontato dalla penna di un oste del 1700 che scrisse gli accadimenti di quegli anni in un prezioso documento storico.FacebookTwitteremail

Noi tra di Voi!

Abbiamo abbattuto la “nostra” quarta parete: non vogliamo nessun tipo di barriera impenetrabile tra il pubblico e il proscenio sul quale ci muoviamo. Così, a definire il confine culturale tra noi e il mondo del teatro – di tutto il teatro, ma anche del più ampio settore della cultura – immaginiamo solo una quinta parete. La parete che non c’è! Quella parete che limita la nascita di nuovi progetti, di nuove idee, di nuovi slanci…quella parete che limita la comunicazione e la diffusione degli eventi nel tessuto della città. Proprio come in un teatro antico, aperto a tutti e da ogni lato, un teatro con un palcoscenico circolare dove gli spettatori possano essere ancora più vicine agli attori, agli autori… agli artisti . E noi tra di loro, a promuovere e organizzare eventi che arricchiscano lo spazio culturale della città, a creare opportunità per artisti e nuovi talenti per esibirsi, per far valere la loro arte. E noi tra di Voi con un gruppo di esperti e appassionati ma anche di giovani intraprendenti, perché l’arte e la cultura possano far parte della vita di tutti i giorni.


Hanno patrocinato i nostri eventi...



Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio

...e diverse Circoscrizioni territoriali