Quinta Parete

Noi tra di voi

Il viaggio in musica, immagini, parole

A RASSEGNA. Fino al 10 settembre nella sala Birolli all’ex Macello a ingresso libero. L’inaugurazione domani alle 18,30

Una mostra fotografica affiancata a presentazioni di libri, concerti, proiezioni Organizza Quinta Parete

 

L’Arena, mercoledì 31 agosto 2016 CULTURA, pagina 51

Un viaggio di emozioni, raccontato attraverso le immagini di dieci fotografi tra emergenti, amatori e professionisti. Parte domani la rassegna «Impronte: scatti, appunti e suoni di viaggio», in programma fino a sabato 10 settembre nella sala Birolli in via Macello 17, organizzata dall’associazione culturale Quinta Parete con la collaborazione dell’assessorato al decentramento del Comune. Una mostra fotografica arrivata alla terza edizione che si arricchisce di numerosi appuntamenti culturali, come presentazioni di libri, musica dal vivo, proiezioni video, conferenze e incontri di vario tipo: uniti dal tema del viaggio come massima esperienza di crescita personale e sociale che si possa sperimentare, anche senza una meta prefissata ma continuando a muoversi alla scoperta delle bellezze della realtà che ci circonda. Lontana ma anche vicina, visto che alcune delle immagini proposte riguarderanno anche Verona e i suoi tesori, come hanno sottolineato l’assessore al decentramento Antonio Lella ed il curatore Federico Martinelli alla presentazione dell’evento. Domani sera l’inaugurazione a partire dalle 18.30 con buffet e musica dal vivo, mentre venerdì spazio alla presentazione del libro Un’epoca in cucina di Lucia Cametti con concerto di musica indiana. Sabato saranno protagonisti l’Inghilterra vittoriana e le immagini di Sherlock Holmes accompagnati dal tango, domenica culturale con le presentazioni di due libri mentre lunedì 5 presentazione e lettura di poesie dialettali con accompagnamento musicale. Martedì 6 Amarcord Verona racconterà la città di un tempo, il giorno dopo invece slideshow di foto e video del lungo viaggio di Michele Franceschini. Sciamanesimo e tarocchi saranno al centro della serata di giovedì 8, mentre venerdì 9 spazio alla presentazione del libro Memorie di trincea con focus sulla Turchia, infine sabato 10 chiusura con poesia e tango. «Siamo al terzo anno di una rassegna che continua a crescere», spiega il responsabile dell’iniziativa Federico Martinelli, «la mostra di fotografi emergenti e professionisti del territorio che raccontano il viaggio è corredata da tantissimi eventi di vario tipo, in un luogo speciale come quello della sala Birolli. Devo dire grazie ai nostri partner tecnici Ennevi e Gtv, ed a Stefano Campostrini e Michele Fontana che collaborano nell’organizzazione». La mostra sarà aperta tutti i giorni dalle 16 alle 23 fino al 10 settembre, con ingresso gratuito.

di Luca Mazzara

Rassegna Stampa:

Scarica il PDF


Prossimi Appuntamenti

09

Ago

2019

    L’uomo che piantava gli alberi

  • Luogo: Avesa, Verona - Villa Scopoli
  • Curatore: Teatro Impiria

Uno spettacolo che parla alle corde dell’anima. L’amore per la natura e per un futuro migliore attraverso parole che donano sentimenti di pace e serenità.FacebookTwitteremail

10

Ago

2019

    Dove vai tutta nuda?

  • Luogo: Arbizzano, Negrar - Villa Albertini
  • Curatore: I tre pantaloni

Uno spettacolo avvincente, tratto da Feydeau. Il ritmo, gli incastri e i canoni del vaudeville per una commedia tutta da ridere. Un tuffo spensierato nei malintesi, negli equivoci e negli incastri di una trama fitta di colpi di scena.FacebookTwitteremail

18

Ago

2019

    Un curioso accidente

  • Luogo: Arbizzano, Negrar - Villa Albertini
  • Curatore: La Bottega Teatro

Un capolavoro di Carlo Goldoni. Un tuffo aggraziato in una commedia dal sapore universale, uno spaccato sulla società del 1600 che … più di tanto non è cambiata rispetto a oggi.FacebookTwitteremail

23

Ago

2019

    L’osto de Verona

  • Luogo: Avesa, Verona - Villa Scopoli
  • Curatore: Guido Ruzzenenti

Verona, negli anni delle cosiddette Pasque Veronesi. La Serenissima e l’invasione napoleonica. Tutto raccontato dalla penna di un oste del 1700 che scrisse gli accadimenti di quegli anni in un prezioso documento storico.FacebookTwitteremail

Noi tra di Voi!

Abbiamo abbattuto la “nostra” quarta parete: non vogliamo nessun tipo di barriera impenetrabile tra il pubblico e il proscenio sul quale ci muoviamo. Così, a definire il confine culturale tra noi e il mondo del teatro – di tutto il teatro, ma anche del più ampio settore della cultura – immaginiamo solo una quinta parete. La parete che non c’è! Quella parete che limita la nascita di nuovi progetti, di nuove idee, di nuovi slanci…quella parete che limita la comunicazione e la diffusione degli eventi nel tessuto della città. Proprio come in un teatro antico, aperto a tutti e da ogni lato, un teatro con un palcoscenico circolare dove gli spettatori possano essere ancora più vicine agli attori, agli autori… agli artisti . E noi tra di loro, a promuovere e organizzare eventi che arricchiscano lo spazio culturale della città, a creare opportunità per artisti e nuovi talenti per esibirsi, per far valere la loro arte. E noi tra di Voi con un gruppo di esperti e appassionati ma anche di giovani intraprendenti, perché l’arte e la cultura possano far parte della vita di tutti i giorni.


Hanno patrocinato i nostri eventi...



Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio
Patrocinio

...e diverse Circoscrizioni territoriali